Viva Cristo Rey

2008-09-09

Meglio morire da vivo che vivere da morto

Inserito: 2008-09-09 ore 22:23:27 - Categoria: Chiunque ama � generato da Dio e conosce Dio (1Gv 4,7)

Stasera ho cenato con padre Sandro, uno dei confratelli degli Assunzionisti di Firenze, che non vedevo da un po', essendo lui stato a Roma per tre settimane a fare formazione ad un gruppo di confratelli tra i 35 ed i 45 anni. Mi ha raccontato varie testimonianze che ha a sua volta ascoltato da questi confratelli, tra tutte vi voglio riportare questa.

Un confratello del Cile racconta, al tempo della dittatura di Pinochet, quando lui non aveva ancora pensato di intraprendere la strada verso la vita consacrata, di un sacerdote della sua chiesa. Un uomo molto coraggioso, che quando qualche giovane della comunit� "spariva" magari perch� si dedicava ad attivit� "sconvenienti" come la politica, denunciava il fatto con fermezza dicendo, nelle omelie, "Il presidente ha ucciso un altro nostro fratello!". Finch� minacciarono anche lui, mandandogli una lettera con una pallottola e la frase "se non tacerai, questa � per te". Egli, alla domenica, durante l'omelia, tir� fuori dalla tasca quella pallottola e la mostr� a tutti, dicendo:

"Tra una settimana io non ci sar� pi�, perch� preferisco morire da vivo, come colui che parla, che vivere da morto, come colui che sta zitto"

Tre giorni dopo, lo uccisero. Questo giovane, andando al funerale, si domandava: "E ora, dove lo troveremo un parroco cos�?" La risposta la sent� dentro di s�: "Sei tu il parroco!". E decise cos� di intraprendere la via per il sacerdozio.

E noi, siamo disposti a "vivere" cos�?

Commenti (3)

Anonymous

Al generale Augusto Pinochet Ugarte e alla sua distinta sposa, Signora Lucia Hiriarde Pinochet, in occasione delle loro nozze d'oro matrimoniali e come pegno di abbondanti grazie divine", con grande piacere impartisco, cos� come ai loro figli e nipoti, una benedizione apostolica speciale. Giovanni Paolo II".

2008-09-19 - 12:22:05

MG55

Fonte?

2008-09-19 - 14:40:15

Anonymous

Esiste un articolo di Gianni Perrelli su L'Espresso del 10 dicembre 1998...

2008-09-23 - 22:56:29

Inserisci il tuo commento

(L’IP sarà loggato)

Nick: - email (non sarà visualizzata): - sito:

Tag HTML e attributi ammessi: <p>, <b>, <i>, <u>, <br>, <a title="" href="">, <acronym title="">
Non usare entità e non annidare un tag dentro sé stesso.
Mettere tutto il testo dentro ad uno o più <p>, oppure non usare <p>